Videoproiettore: cinema a portata di parete

cinema alla parete

Il video proiettore nasce come uno strumento di esigenza lavorativa, a scuola o negli uffici, e veniva principalmente utilizzato per la proiezione di presentazioni, o per la visualizzazione di documenti, oggi il suo utilizzo si distacca da mondo del lavoro, e abbraccia le nostre case. Sempre più persone amano intrattenersi guardando dei bei film, e non sarebbe sempre possibile andare al cinema, quindi più facile spostare il cinema a casa propria, ed ecco cosa è successo con questo dispositivo, in grado di farci gustare i nostri film preferiti come se li guardassimo sul grande schermo. Le tipologie di video proiettori moderni permettono infatti, una visione ad alta definizione, offrendo molte funzioni in termini di interazione e di qualità dell’immagine, la distinzione principale che esiste riguarda infatti la risoluzione delle immagini, e abbiamo due tipologie: DLP e LCD.

Gli ultimi, quelli LCD, sono quelli ad un prezzo vantaggioso, e la tecnologia dietro essi sembra abbastanza semplice, nel senso che, si tratta di un prisma interno che riesce a scomporre i fasci di luce, ricomponendoli, andando in questo modo a comporre le immagini. Si tratta di una tipologia che utilizza i pixel, e per questo motivo si rischia il fastidioso effetto se la risoluzione o il contrasto del video proiettore non sono abbastanza alti; il problema dei pixel, seppur aggiustabile, non riguarda l’altra tipologia di VIDEOPROIETTORE, quelli DLP, che non usano i pixel e funzionano in maniera diversa da quelli LCD. Questi ultimi infatti sono molto più costosi, e assicurano immagini ad alta definizione. Quello che caratterizza entrambe le tipologie sono le caratteristiche dei VIDEOPROIETTORI, infatti per determinare la qualità di un videoproiettore portatile, i parametri di luminosità, di contrasto e di risoluzione devono essere qualitative.

A partire dalla luminosità, che rappresenta la brillantezza delle immagini di conseguenza una luminosità maggiore ci permetterà di vedere immagini più brillanti; il rapporto di contrasto invece, ci aiuta a definire le immagini di conseguenza un contrasto più alto corrisponde a immagini molto nitide, al contrario un contrasto basso visualizza immagini più scure; la risoluzione riguarda la capacità di vedere al alta definizione per cui una risoluzione alta corrisponde a immagini non sfocate, brillanti e nitide, ben definite.

Come posizionarlo nel modo giusto?

Per prima cosa bisogna scegliere una parete bianca, oppure utilizzare il pannello bianco che solitamente viene dato in dotazione al video proiettore; se così non dovesse essere, bisognerebbe cercare di trovare una superficie libera da quadri, bianca, e di posizionare il video proiettore in maniera perfettamente orizzontale, seguendo le istruzioni indicate, perché purtroppo un cattivo posizionamento risulta nel potenziale effetto trapezoidale, che non consente di visualizzare le immagini nel modo giusto, si dovrebbero comunque trovare le informazioni sulle sue istruzioni.