Energia pulita: il pannello fotovoltaico

energia con pannello fotovoltaico

A causa dei grossi problemi capi usati dal l’inquinamento, da qualche tempo a questa parte, si sta prendendo sempre più coscienza di come potremmo migliorare le condizioni ambientali del nostro pianeta partendo da quello che utilizziamo per soddisfare il nostro fabbisogno energetico.
Moltissimi problemi sono proprio causati da tutti gli scarti e le sostanze tossiche che vengono impiegate è mai smaltite, o smaltite in maniera sbagliata, che vanno a danneggiare ulteriormente gli ambienti. Molti paesi nel mondo hanno cominciato delle grandissime opere di risanamento volte alla trasformazione nell’utilizzo e nella produzione delle energie, assicurandosi che le stesse fonti naturali funzionassero senza alcun bisogno di sostanze tossiche o chimiche, e fino ad ora ci sono intere nazioni che stanno riuscendo a provvedere al loro fabbisogno in maniera del tutto naturale.

La natura dal suo canto ci regala delle ottime fonti di energia, vento, acqua e sole sono attualmente utilizzare come produttrici di energia pulita; in maniera particolare da qualche tempo a questa parte sentiamo sempre più parlare di pannelli solari, installabili nelle nostre case, sui nostri tetti, o per terra, si tratta della rivoluzione maggiore nelle nostre abitazioni quasi sicuramente a favore degli incentivi che vengono dispensati. Un piccolo problema sarebbe sorto con il loro smaltimento, ed una efficace opera di recupero e riciclo e già stato messa in azione.

La durata di un pannello fotovoltaico si aggira sui 20 anni, e bisogna assicurarsi di acquistare da un produttore a norma, che sappia anche indicarvi cosa fare una volta questo periodo sarà terminato. La tipologia che siamo abituati a vedere è quella dei nostri tetti, la prima utilizzata per la maggiore, che si adatta alle forme dei tetti, si tratta di un modello dotato di molta flessibilità, dritto e curvo, ma in quanto ad efficienza non si tratta dei migliori, si tratta comunque di pannelli che avranno una vita di almeno 20 anni.

Gli ultimi arrivati

Gli ultimi arrivi in termini di materiali di composizione dei pannelli, troviamo quelli mono cristallini e poli cristallino ; i primi sono fatti di silicio trasformato in cristallo, sono silicio puro e si riconosce molto bene a causa del colore scure del minerale, che scurisce le caselle del pannello fotovoltaico, mentre quello poli cristallino non utilizza solo silicio puro per funzionare, il suo colore assomiglia ad un blue chiaro, e si presenta in maniera molto diversa rispetto a quello mono cristallino, per quanto riguarda l’efficienza dipende dalla tipologia, ci sono casi in cui quello poli cristallino potrebbe essere di gran lunga meglio in termini di prestazioni dell’altro.

Si tratta comunque di una scelta volta alla scoperta delle energie naturali e dei suoi utilizzi, in termini di fabbisogno, un tecnico sarà in grado di fare una stima di quanti pannelli la tua casa ha bisogno per funzionare in modo completo, senza l’utilizzo di altra energia, non scordare di parlare anche del loro ricambio e riciclo.