Elettrostimolatori: mille utilizzi

mille usi dell elettrostimolatore

Ottima invenzione abbastanza recente, che poco a poco a conquistati sempre più ammiratori, creando nuove possibilità con l’aiuto tecnologica, di aumentare la nostra forma fisica, e prenderci cura del nostro corpo. Siamo bel lontani dalle ingombranti scatole che vedevamo pubblicizzate qualche decennio fa, gli elettrostimolatori di ultima generazione, sono oggetti davvero molto piccoli, leggeri semplici da utilizzare. La loro creazione ha portato molto sollievo nel mondo degli atleti professionisti, della medicina e dell’estetica, perché funziona in maniera tale da contrarre i muscoli in maniera passiva, cioè senza che noi dobbiamo fare alcuno sforzo, un meraviglioso dispositivo in grado di aiutarci a massimizzare le nostre prestazioni.

Come si è detto, viene utilizzato in moltissimi campi della medicina hai gli atleti professionisti al campo dell’estetica; cominciando con la medicina perché riesce ad accelerare la riabilitazione dei muscoli, viene utilizzata dagli atleti per massimizzare il rendimento, e in campo estetico favorisce la tonificazione e il drenaggio, oltre che essere utilizzato per minimizzare la cellulite. Non è comunque magia, nel senso che, questo apparecchio non fa da solo, non si tratta di un operazione invasiva, ma gli elettrodi accelerano il progresso dell’allenamento che si sta già compiendo, quindi per esempio, se stai facendo esercizi contro la cellulite puoi usare l’elettrostimolatore per aumentare il risultato, e massimizzare i tuoi sforzi, la stessa cosa vale per gli atleti in termini di performance, inoltre, si può utilizzare anche come pre riscaldamento, per non affaticare i muscoli o non sottoporli a sforzo immediato.

Nello stesso modo lo utilizzano i medici, per aumentare la velocità delle riabilitazioni dopo infortuni ai muscoli o ai tendini. Funziona in maniera molto semplice, degli elettrodi vengono applicati sul copro, solitamente due o quattro, su un muscolo alla volta, per massimizzare la loro efficacia, e si seleziona la tipologia di trattamento e la durata, ci sono dei dispositivi in grado di fare una rilevazione automatica della durata. Il elettrostimolatore compex funziona grazie alla frequenza d’onda, già impostata all’interno del dispositivo, oppure dell’intensità che si può auto calibrare oppure selezionare il programma con intensità ore impostate, in questo modo si potrà esser certi, di non azzardare con l’intensità degli elettrodi.

Cosa sono le fibre rosse e bianche?

Gli elettrostimolatori vanno a esercitare una contrazione su muscoli diversi, dipende dalla propia necessita, per questo motivo bisogna posizionarli nel modo giusto. I muscoli sono composti da due fibre diverse, quelle bianche e quelle rosse; le prime sono quelle che riguardano la forza esplosiva, non hanno molta emoglobina, e sono quelle più sviluppate in sportivi che compiono sport dove è necessaria la forza esposi a, quindi potenza in poco tempo.

Discorso diverso le fibre rosse, che come dice la parola hanno molto sangue, e sono le fibre della resistenza, degli sport dove si necessita particolare resistenza. In base alla propria necessità, sarà ben ragionevole posizionare gli elettrodi in maniera giusta.