Diventare hair stylist con la piastra per capelli

Lisci o ricci? Chi non ha mai sognato di avere il look perfetto in poco tempo senza trascorrere ore e ore dal parrucchiere? Oggi tutto questo è possibile grazie alla piastra per capelli … la piastra infatti è un gioiellino della tecnologia ormai indispensabile nella vita quotidiana.

Alleata numero uno delle donne, in particolare, ne ha semplificato la vita trovando il giusto compromesso tra vita frenetica e cura dei capelli. La semplicità del suo utilizzo e i prezzi competitivi sul mercato la rendono uno strumento di bellezza accessibile a tutti.

L’immensa varietà di prodotti presente sul mercato potrebbe a prima vista creare un po’ di confusione nella mente del potenziale acquirente ma niente paura. Le dimensioni delle piastre, infatti, variano in base all’utilizzo cui sono destinate, quindi se si hanno capelli lunghi, si andrà a scegliere una piastra larga, mentre per capelli corti e frange la scelta cadrà su un apparecchio stretto e compatto.

Quanto calda?

La temperatura gioca un ruolo fondamentale: temperature troppo basse influiranno pesantemente sul successo della piega da ottenere, temperature troppo elevate, al contrario, rischieranno di rovinare irreparabilmente i capelli. Quindi sembra opportuno scegliere sempre una piastra capelli a vapore professionale con temperatura regolabile in modo da poterla adattare alle esigenze dei propri capelli.

Altro elemento da non sottovalutare è il rivestimento della piastra che si va ad acquistare. I modelli prodotti in passato erano rivestiti in metallo ed erano maggiormente dannosi per i capelli… oggi la maggior parte degli apparecchi sono rivestiti in ceramica decisamente meno aggressivi e più fluidi nella messa in piega.

Piastrare anche da bagnato si può

Quante volte ci si ritrova a desiderare di poter piastrare i capelli ancora bagnati? Oggi si può infatti ci sono le piastre da utilizzare su capelli bagnati che garantiscono un’ottima piega grazie al contributo offerto dall’umidità, per contro alle classiche concorrenti da utilizzare su capelli rigorosamente asciutti.

Di essenziale importanza è la funzione che la piastra dovrà svolgere. La scelta ricadrà su un ferro anziché sull’altro in base alla piega che si desidera ottenere a seconda se liscia, riccia o mossa. In conclusione poi nella scelta bisogna prendere in considerazione quanto si ha intenzione di utilizzare effettivamente il ferro.

Ciò sarà determinato dal tipo di capelli su cui andrà utilizzata, sicuramente il capello mosso richiederà una piastra più professionale che riscaldi in pochi secondi, visto il frequente utilizzo, comportando un aumento della spesa.

Semplice vero?

Chiariti questi punti basilari, ed effettuato l’acquisto più consono alle esigenze personali, basta inserire la presa, accendere la piastra e si è pronti per iniziare a giocare con i capelli riproducendo le pieghe da favola oggetto dei desideri!

A questo punto si apre il sipario alla fantasia e alla creatività camminando verso orizzonti raggiungibili solo nel salone del parrucchiere.